Le Cercatrici di libri, Recensioni

Di ‘oscuro’ in queste recensione non c’è proprio nulla, solo parole che mi toccando il cuore per come Virginia, Francesca e Chicca hanno saputo inquadrare i personaggi e la grande famiglia che compongono i ragazzi della band <3
15095692_1828944007387056_2528120334214887078_nGrazie di cuore

#NonDirgliCheTiManca #NewtonCompton #recensione

Recensione Virgy: È sempre emozionante dopo aver letto, amato e consigliato un libro self publishing e fatto i doverosi complimenti alla bravissima autrice, essere informata che una CE ne acquistava i diritti. Confesso che per i primi trenta secondi mi sono lasciata trascinare dal “lato oscuro” della lettrice… sapete qual è no? Ma sì, quando realizzi che se il libro verrà preso da una casa editrice poi per leggere gli altri della serie dovrai aspettare più di quello che speravi!
Comunque mi sono subito ripresa e ho veramente gioito per questa bellissima notizia perché questo libro merita di entrare in tutte le librerie e in casa nostra.
È quando conoscerete Isabella e la famiglia dei Bad Attitude, perché sono una vera famiglia, se non di fatto lo sono per scelta, capirete il motivo di tale gioia.
Si tratta di un libro corale portato avanti dal punto di vista di una protagonista, Isabella Colonna, una giovane studentessa della Roma perbene, una ragazza sensibile e fragile che ha subito da sempre la presenza di un padre potente e prepotente; un uomo che tiene più alla facciata che al bene della famiglia…
Una sera in vacanza dalla cugina a Milano incontra Denis Rodari batterista dei Bad Attitude una band punk rock che si sta facendo notare nel panorama musicale, e ne rimarrà stregata. Per diverse circostanze si perderanno di vista. Ma sarà a Bologna dove Isa si trasferirà per continuare gli studi in medicina, e dove finalmente comincerà a respirare, che rincontrerà il sexy e super tatuato Denis. Gli ostacoli non sono finiti, dovrà combattere sia contro la sua famiglia che con le sue paure e insicurezze per far sì che la loro storia possa prendere il volo. Non sarà facile perché ha paura di mostrare la sua anima piena di cicatrici al ragazzo che ama.
Ma oltre loro due conoscerete Julien, il cantante, P.E. il chitarrista, Nico il bassista, dei BA e il vulcano Caterina, sorella di Julien. I loro dialoghi saranno ricchi di umorismo e allegria e di evidente affiatamento. Gustatevelo con calma perché quando chiuderete il libro questi ragazzacci vi mancheranno.
Alessandra Angelini, durante la lettura di questo libro, mi ha fatto provare tutta l’eccitazione e le emozioni che si provano in un concerto dal vivo perché vi sembrerà di essere lì a cantare e urlare assieme ai BA.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.
Rece Fra:
Poco più di un anno fa, in un noto gruppo blog, veniva presentata un’esordiente, che mi ha molto incuriosito perché il libro parlava di un gruppo musicale. Mi ero approcciata al libro con un pò di diffidenza perché avevo paura che potesse ricalcare i d-bag e la esasperante keira; nulla di più diverso invece, mi aveva molto stupito perché in realtà non è una semplice storia d’amore.
Ora, rileggerlo dopo un anno, è stata un’emozione pazzesca e quei piccoli difettucci (molto corale)che lo rallentavano un anno fa sono stati abilmente sistemati.
Il romanzo narrato dal pov femminile racconta attraverso gli occhi di Isabella la sua storia d’amore con Denis, il bel batterista biondo dei B.A., ma non solo, ci narra di come si possa risorgere, come una fenice, dalla propria fragilità; il romanzo è un pò corale perché è come un prequel/presentazione ai B.A.
I B.A. o Bad Attitude sono un gruppo punk rock emergente italiano, composto dal tatuato biondino Denis, il batterista, P.E., pessimo elemento, il chitarrista, Nico, riccioli d’oro, il bassista e Julien, Juju, il frontman e vocalist del gruppo.
La narrazione risulta un pò lenta perché in realtà il romanzo è come un lungo prequel da gustare con calma in modo da porre attenzione su tutti i ragazzi della band perché saranno i prossimi protagonisti di altri romanzi.
“Fammi assaporare la felicità di un mondo dove esisti, dove possiamo stare assieme, dove le bugie non sono che parole lontane che non ci toccano, se non con la carezza di una piuma”

Il messaggio del libro è che non bisogna avere per forza vincoli di sangue per essere una famiglia e che anche nella fragilità può nascondersi una grande forza. A me ha conquistato, spero lo faccia anche con voi! Un romanzo adatto a tutte le età

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Lascia un commento